Il sentiero delle BEATITUDINI

0
PRENOTA
A partire da€20
Il tour non è ancora disponibile.

PRENOTA

Salva tra i preferiti

Adding item to wishlist requires an account

4889

Qualche domanda?

Non esitare a contattarci!
+39 391 30 63 371
info@abruzzowild.com

Prenota senza Pensieri!

  • Cancellazione Gratuita
  • Assistenza 7 su 7
  • Tour e attività selezionate con cura
  • In giornata
  • 4.5 Ore
  • Età Minima: 8+
  • Difficoltà: F- Facile
  • Distanza: 9 Km
  • Dislivello: m 450

Il sentiero delle Beatitudini un trekking avvincente e affascinante.

 
La nostra escursione ha inizio dall’abitato di Fossa luogo di nascita del Beato Bernardino e di San Cesidio, questo itinerario attraversa luoghi, sia di alta spiritualità che di valore storico culturale, come ad esempio: il monastero di Sant’Angelo d’Ocrel’eremo dei Beati Bernardino e Timoteo, il diruto castello d’Ocre.
La partenza avviene da Fossa alla quota di 603m, per imboccare una carrareccia che porta ad un serbatoio di acqua, oramai dismesso. Si prosegue dentro il bosco per una antica traccia  all’uscita del bosco appare l’imponente grandiosa “placconata” sulla quale è stato costruito il monastero di Sant’Angelo d’Ocre.
La vista è impressionante, forse unica, nel vedere questo convento a filo delle rocce strapiombanti. Per un labile traverso si arriva alla cosiddetta “Lamata” dove sul lato nord è stato ricavato un eremo, forse appartenente e frequentato dai vicini frati del monastero, in particolar modo dal Beato Bernardino da Fossa e dal Beato Timoteo da Monticchio.
Aggirando il fianco ovest di questi conglomerati bianchi si arriva ad un terrazzo dal quale si può ammirare uno sperone di roccia marcia, riveniente da una grande frana, che ha disegnato un volto umano raffigurante “Un Vecchiaccio“.
Da qui una marcata traccia panoramica conduce, dapprima sulla “Valle della tranquillità” (i Peschi), successivamente a monte Cavalletto che con i suoi 858m è la seconda asperità del percorso.
Si prosegue aggirando il noto “cratere” della Fossa Raganesca per poi imboccare il sentiero che conduce al diruto Castello d’Ocre.
Lo si attraversa esternamente per poi uscire sul ponte in pietra del fossato, da qui sulla vetta di monte Circolo (933slm), massima elevazione del giro.
Da questa sommità parte un sentiero attrezzato con una corda fissa che entra nel cuore della montagna fino a raggiungere l’impervio eremo del Beato Placido da Roio (CHE NOI NON PERCORREREMO).
Un marcato sentiero ci riporta al  punto di partenza dopo aver completato il nostro anello.
(Per le informazioni e la bonifica del sentiero un grazie al nostro collega AMM Paolo Boccabella)

Il monastero di Santo Spirito si trova in località Pretola vicino a San Panfilo, frazione di Ocre, e rappresenta il primo insediamento cistercense nella valle dell’Aterno e terzo in Abruzzo dopo l’abbazia di Santa Maria di Casanova del 1191 e l’abbazia di Santa Maria Arabona del 1208.

La sua storia è raccontata da Muzio Febonio nelle Historiae Marsorum del 1678. Il terreno per la chiesa e una cella monastica venne concesso dal conte Berardo di Ocre all’eremita Placido de Vena nel 1222. Nel 1226 Placido avrebbe ricevuto dal vescovo Tommaso della diocesi di Forcona il permesso per costruire un monastero del quale sarebbe diventato abate. Nel 1248 Santo Spirito diventò monastero Cistercense alle dipendenze di Santa Maria di Casanova, con la direzione presa dall’abate Ruggero.[2]

Nel 1632, sotto Gregorio XV, Santo Spirito entrò nella Provincia Romana della Congregazione di San Bernardo in Italia, ma già nel 1652, con Innocenzo X, il monastero rientrò nella campagna di soppressione dei piccoli conventi, riducendosi progressivamente allo stato di rudere.

RITROVO

  • Ore 9.15– Comune di Fossa (AQ)

PARTENZA

  • Ore 9.30 –Comune di Fossa (AQ)

RITORNO

  • Ore 14.30 –Comune di Fossa (AQ)

QUOTA DI PARTECIPAZIONE:  € 20,00 (bambini da 7 a 12 anni €10.00)

Non incluso: pranzo al sacco e ristoro

PAGAMENTI

  • Il pagamento è possibile all’atto della prenotazione mediante Pay Pal intestato ad Abruzzo Wild Trek soc. Coop. o carta di credito
  • In alternativa in contanti  il giorno della partenza direttamente alla guida.

Di seguito potrai vedere tutte le caratteristiche di questo tour:

 

Equipaggiamento necessario eremi abruzzo

  • Zaino per escursione
  • Scarponcini da trekking (obbligatorio)
  • Maglietta intima
  • Maglione o pile pesante (obbligatorio)
  • Guscio goretex o similare antipioggia (obbligatorio)
  • berretto, guanti (facoltativi a secondo del clima)
  • Bastoncini (facoltativi)
  • Occhiali e crema da sole
  • Pranzo al sacco
  • Acqua (almeno 1,5 l)

INFORMAZIONI ESCURSIONE eremi abruzzo

  • Parcheggio: ampia possibilità a ridosso dell’imbocco del sentiero
  • Il programma potrà subire variazioni in base alle condizioni meteo.
  • La guida si riserva di escludere le persone che non hanno un equipaggiamento adeguato o preparazione adeguata.
Particolarità dell’escursione eremi abruzzo
  • Possibilità di incontrare animali selvatici come Cervi, Caprioli, Lupi, Volpi e aquile

Galleria eremi abruzzo

PRENOTA